Situata a Carrara, G.R. Marmi è un’azienda di riferimento per il settore lapideo italiano ed estero da più di 30 anni grazie alla profonda conoscenza dei materiali e alla varietà e qualità della loro offerta.
 
In un’ottica di espansione e potenziamento dei propri impianti, G.R. Marmi ha recentemente avviato due linee Pedrini per la resinatura e lucidatura del marmo.
 
Per la resinatura è stata scelta una linea compatta con forno a torre 20+40, ossia 20 piani dedicati all’asciugatura / pre-riscaldamento e 40 alla catalisi. Le linee compatte sono versatili e componibili in funzione delle esigenze del cliente e dello spazio disponibile. Proprio per ottimizzare l’uso della superficie, Pedrini ha proposto a G.R. Marmi un caricatore automatico Butterfly dotato di un programma ad hoc per la gestione del passaggio della lastra sopra il cavalletto riducendo notevolmente lo spazio normalmente dedicato all’area di carico. 
 
Questo tipo di passaggio non è molto comune negli impianti di lavorazione della pietra naturale ma si è reso necessario a causa della conformazione del nostro capannone – ha spiegato Giuseppe Peselli, Amministratore Delegato di G.R. MarmiLo staff Pedrini è stato molto disponibile e competente nel trovare la soluzione ideale e ne siamo molto soddisfatti.”      
 
All’interno della linea è presente un’altra novità recentemente introdotta nella gamma Pedrini per eseguire il ciclo di resinatura in automatico. Si tratta di Gravity, il robot cartesiano che acquisisce le dimensioni e la sagoma della lastra, elabora il percorso dell’utensile, effettua la distribuzione della resina e, nel caso della linea progettata per G.R. Marmi, opera in combinazione con lo stendirete automatico B417SR.
  
 
La linea di lucidatura è composta dal caricatore/scaricatore automatico Mantis e da una lucidalastre per marmo Galaxy a 18 teste. La macchina è stata equipaggiata con l’opzione Smart Touch che consente di differenziare la forza esercitata di ogni testa in diverse zone delle lastre lavorate. Questa funzione è particolarmente utile quando si processano materiali pregiati caratterizzati da zone variabili per consistenza.
 
Tutto l’impianto è gestito con il sistema Industria 4.0 che è stato integrato con il gestionale del cliente.